Pistacchio Verde di Bronte D.O.P.

Pistacchio Verde di Bronte D.O.P.
Marche: Evergreen
Codice Prodotto: DOP_2
Disponibilità: In Magazzino
Prezzo: 7,28€
IVA esclusa: 7,00€

Opzioni Disponibili


* Peso:

Descrizione

Il Pistacchio Verde di Bronte DOP è la denominazione del frutto quando è secco, in guscio, sgusciato o anche pelato di piante della specie Pistacia vera cultivar Napoletana.

Metodo di Produzione

La coltivazione del pistacchio viene effettuata quasi esclusivamente su terreni lavici in quanto è qui che troviamo il terebinto. Terebinto è il nome comune della pianta Pistacia terebinthus che permette l'innesto per lo sviluppo del Pistacchio Verde di Bronte DOP. Ci sono varie forme di allevamento tra le quali si annovera la "ceppaia", il "vaso libero" oppure il "monocaule". Il pistacchio viene raccolto a mano, indicativamente tra il 20 agosto ed il 10 ottobre. Nelle prime 24 ore dalla raccolta viene effettuata la cosi detta "smallatura", cioè l'eliminazione dell'involucro coriaceo a copertura del frutto. Dopo questa operazione, avviene l'essicatura dei frutti con il guscio, direttamente al sole o in luoghi con temperatura tra i 40°C e i 50°C, fino all'ottenimento di semi aventi umidità tra il 4% ed il 6%. Una parte dei pistacchi vengono sgusciati e pelati, questa procedura consiste nella rimozione della pellicola violacea attraverso immersione rapida in acqua bollente e relativa asciugatura. Questi frutti possono essere stoccati fino a 24 mesi dopo la raccolta, mantenendoli in sacchi di juta, carta o polietilene.

Aspetto e sapore

Il Pistacchio di Bronte ha una forma allungata ma non molto compressa. I semi all'interno dei loro gusci, sono di un colore verde acceso e sono ricoperti da una sottile pellicola rossastra. Hanno un sapore decisamente aromatizzato.

Zona di produzione

La produzione avviene esclusivamente all'interno dei territori di Bronte, Adrano e Brancavilla in provincia di Catania nella regione Sicilia.

Storia

Furono gli Arabi ad introdurre in Sicilia nel VIII e nel IX secolo questa favolosa pianta. Grazie alla sua resistenza alle condizioni più ostili, il pistacchio si è introdotto stabilmente nei terreni vulcanici i quali sono rimasti per lungo tempo scarsamente coltivabili, questi terreni si chiamano sciare e sono tipici dell'area di Bronte e dintorni. E' considerata la coltivazione arborea più importante per reddito e superficie coltivata in quanto crea lavoro, ricchezza e tradizioni per la popolazione agricola del luogo, e riuscendo così a far diventare Bronte la "città del pistacchio".

Gastronomia

Viene conservato in luoghi freschi e asciutti e lo si può consumare direttamente come lo si compra. E' perfetto sia come spuntino che come aperitivo. Il suo aroma lo rende l'ingrediente sovrano per la pasticceria siciliana e per la cucina tipica della regione utilizzandolo per gelati, paste, creme e liquori, o la buonissima "torta al pistacchio" con pan di spagna farcito al cioccolato. Lo si utilizza molto anche per i primi e secondi piatti.

Commercializzazione

Lo si trova in vendita come Pistacchio Verde di Bronte DOP nelle varianti in guscio, sgusciato o pelato, in granella, in bastoncini, semilavorato a farina o pasta di pistacchio.

Nota distintiva

Il Pistacchio non viene tostato nè salato. Inoltre è ricco di numerose proprietà nutrizionali: vitamina A, ferro, fosforo e sostanze fenoliche, tutti elementi che potenziano le difese ed il benessere dell'organismo.

Certificazione Europea
N° Regolamento CEE CE UE Reg. UE n. 21 del 12.01.10
Data Pubblicazione GUCE GUUE GUUE L. 8 del 13.01.10

Scrivi una recensione

Nome:


La tua recensione: Note: Non inserire codice HTML!

Valutazione: Pessimo           Buono

Inserisci il codice nel box sottostante:



Powered by Tipicitaly © 2018